40137 - Diario di una schiappa: si salvi chi puo [ 2012. Solo testo. 18 pagine ] Disponibile Disponibile presso: Agorateca
Titolo originale
Diary of a Wimp Kid

Autore
Jeff Kinney

Editore
Editrice Il Castoro

Genere
Bambini

Pubblico
A partire dai 10 anni

Trama
Le vicende del primo anno scolastico di Greg alle medie si raccolgono attorno a particolari storie. Prima di Halloween, Greg e il suo amico Rowley vanno in una casa infestata e, dopo esserne usciti spaventatissimi ma soddisfatti, decidono di costruire una casa fantasma anche loro per guadagnare soldi; i genitori di Greg non accettano di fargli costruire la casa fantasma da loro, così decidono di costruirla nello scantinato della casa di Rowley. Alla fine però perdono troppo tempo, e nella mezz'ora che gli resta riescono a fare solo il "Lago di Sangue" (che è la vecchia piscinetta di Rowley riempita con mezzo barattolo di salsa di pomodoro) e il "corridoio delle grida" (un letto con Greg e Rowley che urlano alle estremità). La casa si rivela un fallimento, in quanto il primo bambino che entra si blocca spaventato sotto il letto e non vuole più venire fuori. Allora i due si danno appuntamento alla notte del 31 ottobre per andare a bussare alle case e raccogliere più dolci possibili con il classico "Dolcetto o scherzetto?". Purtroppo, per una serie di peripezie, vengono seguiti dal padre di Greg e dal fratellino Manny, andando lentissimi, e quando se ne liberano incontrano dei ragazzi delle superiori che li inseguono per inzupparli con un estintore. Alla fine riescono a scappare da questi bulli nascondendosi a casa della loro nonna (che tiene una chiave sotto lo zerbino), ma il padre di Greg fa loro per errore un gavettone lanciando dell'acqua messa in un bidone della spazzatura, così si bagnano quasi tutti i dolci che avevano raccolto. Greg conclude mestamente quest'avventura dicendo: "Credo che il prossimo Halloween starò a casa e mangerò i biscotti che Mamma tiene nella ciotola sul frigo". In occasione delle feste natalizie, la scuola organizza uno spettacolo teatrale, una rappresentazione della storia de "Il meraviglioso mago di Oz", recitato dagli studenti, e la mamma di Greg lo obbliga a partecipare. Greg cerca in tutti i modi di non essere selezionato, ma viene comunque preso nello spettacolo. Per fortuna gli viene assegnata la parte che aveva richiesto lui, cioè quella dell'albero, che lui aveva voluto fare perché gli alberi dovrebbero tirare le mele in testa a Dorothy, che è interpretata da Patty Farrell, studentessa modello della sua classe, odiata praticamente da tutti, di cui Greg si vuole vendicare per via del fatto che gli ha fatto prendere un'insufficienza in una verifica, quindi gli sembrava l'occasione adatta. Lo spettacolo viene fatto prima delle vacanze ed è un completo disastro, in quanto nessuno ricorda le parti (durante le prove, la professoressa di musica Norton suggeriva a tutti in continuazione) e molti ruoli hanno dato problemi; inoltre il fratello maggiore di Greg, Rodrick, è venuto alla recita vestito elegante per filmarla e umiliarlo. Greg riesce a non farsi umiliare non cantando la canzone scritta per gli alberi e concludendo lo spettacolo tirando una mela a Patty Farrell. In compenso ha rovinato lo spettacolo di Natale guadagnandosi l'odio della prof. Norton e degli spettatori, compresa sua madre. A Natale, Greg sotto l'albero ha trovato un milione di regali per Manny (tutti quelli che aveva chiesto), mentre lui ha solo un paio di pacchetti con libri o calzini. Dal canto suo, ha regalato a Manny un elicottero giocattolo, a Rodrick un libro sui gruppi rock (anche se quest'ultimo gli aveva regalato un libro di "Minicoccole", che a detta di Greg è il peggior fumetto del mondo), mentre a mamma e papà ha regalato le solite cose tipo tazze, cappelli o qualcos'altro. Per il pranzo di Natale, i parenti sono arrivati alle 11, tutti tranne lo zio Charlie, che si presenta a mezzogiorno. Greg spera che almeno lui gli abbia regalato un videogioco che si chiama Twisted Wizard, che Greg desidera fortemente, ma lo zio gli regala una sua foto con tanto di cornice. Qui Greg scrive: "Credo di non essere riuscito a nascondere la delusione, e Mamma si è arrabbiata. Posso soltanto dire che sono contento di non essere un grande, perché se dovessi far finta di apprezzare il genere di regali che ricevono loro, non so se ci riuscirei". Poco dopo, però, suo padre lo chiama e lo porta in cantina, dove Greg trova una panca bilanciere che il genitore gli aveva comprato per prepararsi prima degli allenamenti di wrestling che si sarebbero tenuti a scuola, senza sapere che il corso era già terminato e che il regalo non sarebbe servito a nulla. Infine, la Mamma dà a Greg un regalo, ma non è il videogioco, bensì un maglione in origine destinato alla beneficenza e che, per uno scambio di pacchi causato dall'aver utilizzato lo stesso genere di carta per il confezionamento, finisce per arrivare a Greg al posto del desiderato dono, che probabilmente è finito in beneficenza. Greg va quindi a trovare Rowley e gli regala il "Minicoccole", ricevendo in cambio un triciclo. Rowley, felice per il fumetto che gli è stato regalato, consente a Greg di giocare al videogioco che desiderava per Natale.

Lingue
Italiano

Formato
Libro

Stampa questa scheda
Scopri i nostri suggerimenti
Proponici una tua idea
Segnalaci eventuali errori
Inviaci una domanda

Il tuo commento è stato inserito con successo.
Verrà visualizzato non appena un amministratore lo convaliderà.

Nuova opinione